PALLANUOTO SERIE C NAZIONALE: ANTARES LATINA, STOP A PESCARA

Swim Action – ANTARES N. LATINA 9 – 7 (3-1; 1-3; 2-3; 3-0)

Swim Action: Buccione, Farina 3, Rocila 1, Mosca, Terrenzio M. 2, Terrenzio C. 1, Mazza, Guerzoni 2, Lauducci, D’Antuono, D’Anteo, Castellano, Gagliardi. Tpv: Fabrizio D’Onofrio.

Antares N. Latina: Abballe, Di Mascolo 1, Evangelisti, Castaldi, Comuzzi 2, Meccariello, Tempera 1, Chemello Lo., Troiso, Zamperin 2, Fava P., Brendaglia 1, Alessandri. Tpv: Mauro Gubitosa.

Superiorità: Swim Action 4/10, Rig 0/1 parato da Abballe (A); Antares Latina 3/9, Rig 1/2 Segnato da Tempera, sbagliato da Fava

Arb: Manzella

Andamento: 2-0/2-1/3-1/3-2/4-3/4-4/5-4/5-6/6-6/6-7/9-7

Ancora uno stop per l’Antares Nuoto Latina che cade in trasferta a Pescara per 7 a 9 al team locale dello Swim Action. La formazione abruzzese di coach D’Onofrio ha confermato tutta la vivacità e imprevedibilità della sua meglio gioventù regalandosi tre punti meritati. Di contro la squadra di mister Gubitosa ha disputato nel complesso un brutto incontro sbagliando l’inverosimile in attacco come in difesa e comunque decisamente di più dei padroni di casa, uscendo di conseguenza dalla piscina delle Naiadi a mani vuote. Primo tempo chiuso con l’Antares a colpire pali e traverse, con l’ennesimo gol fantasma non visto dall’arbitro e un Pescara bravo e cinico in contropiede e in superiorità numerica nel portarsi in vantaggio 3 a 1. La seconda frazione era di marca pontina che restituiva analogo punteggio ai pescaresi impattando 3 a 3 e poi 4 a 4 prima del cambio di campo. Il terzo quarto era ancora ad appannaggio dei latinensi che dopo il 5 a 4 dello Swim effettuavano un break di due reti portandosi in vantaggio prima 6 a 5 e poi 7 a 6. Purtroppo ai già tanti errori commessi nelle prime due frazioni di gioco si aggiungevano nell’ultimo periodo anche altri sbagli grossolani dei ragazzi del Presidente Bruno Davoli, nonché ulteriori topiche del direttore di gara su entrambi i fronti. I rossoblu fallivano tra l’altro il penalty dell’8 a 7 e lanciavano di fatto nei minuti finali la volata degli abruzzesi che sulle ali dell’entusiasmo passavano in vantaggio e non mollavano la presa fino al termine della gara.

DICHIARAZIONE PRESIDENTE BRUNO DAVOLI

“Sono amareggiato ed adirato con i ragazzi perché anche oggi come a Frosinone abbiamo commesso errori da novizi buttando letteralmente al mare, adriatico in questo caso, la possibilità di una vittoria che era nelle nostre corde e dopo aver faticato tanto per rientrare in gara. Così non va’ e non serve attaccarsi neanche alle pessime performance di arbitro e giuria quando si sbaglia in difesa, impostazione e in avanti come abbiamo fatto noi. Serve assolutamente un’analisi profonda di umiltà e soprattutto un cambio di marcia a livello di mentalità se si ha amor proprio e si vuole invertire la rotta”.

Condividi su:

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.