PALLANUOTO SERIE C LAZIO, ANTARES PALLANUOTO LATINA AMARO ESORDIO CON LA ROMA WATERPOLO

Roma Waterpolo – ANTARES NUOTO LATINA 8 – 6 (3-1; 3-2; 2-2; 0-1)

Roma Wp: Santoni, Di Palma 2, Cavallari, Rapuano, Piacentini 1, Olivola, Di Bisceglia 1, Di Basilio 2(1 R), Di Prospero, Natalucci 2, Torelli, Del Nero, Zaccaro. Tpv: Davide Cappuccini.

Antares NT LT: Abballe, Chemello Le, Tarquini, Rossini, Veglia 2(1 R), Meccariello 1, Montebove, Campanelli, Troiso, Zamperin 3, Aiello, Brendaglia, Viccione. Tpv. Mauro Gubitosa.

Arb.Carrer

Superiorità: Roma Wp: 1/7, Rig 1/2 uno segnato da Di Basilio (R), uno parato da Abballe (A); Antares 1/13, Rig 1/1 segnato da Veglia.

Debutto amaro nel campionato di Serie C per la Antares Nuoto Latina che in trasferta a Monterotondo è stata superata 8 a 6 dalla Roma Waterpolo. La formazione dei ragazzi cari al Presidentissimo Alberico Davoli non ha approcciato al meglio una partita che la vedeva opposta a una delle candidate alla promozione finale. Il team del patron Tony Olivola sarà protagonista al vertice, in quanto reduce da sfortunata ultima annata in Serie B e tale si è infatti palesata alla prima uscita stagionale. I capitolini hanno trovato però di fronte un Antares timorosa e poco incisiva nei momenti cruciali della gara a partire dal primo tempo perso 3 a 1. Anche nel secondo quarto i tanti sbagli sottoporta e le ingenuità in difesa scavavano un solco di 4 reti, poi ridotte a 3, con il risultato di 6 a 3 al cambio di campo per i locali. Mister Mauro Gubitosa cercava di dare la scossa e la musica, nella seconda metà partita cambiava, con la terza frazione chiusa sul 2 a 2 e l’ultimo periodo vinto dai latinensi 1 a 0, ma tutto ciò non bastava per recuperare il gap.

COMMENTO PRESIDENTE BRUNO DAVOLI

“Ci aspettavamo un match difficile e gli avversari hanno dimostrato il loro valore, vincendo alla fine con merito, ma noi siamo stati troppo ondivaghi durante la partita e la nostra prestazione non è stata all’altezza. Ci aspetta un campionato dove ogni match sarà una battaglia sportiva e dobbiamo solo allenarci per migliorare quegli aspetti tecnici che oggi sono mancasti e farci trovare pronti con il giusto approccio fin dall’inizio partire dalla prossimo turno contro l’Italica”.

DICHIARAZIONE DIRIGENTE DANIEL NATARELLA

“Non era questo l’esordio in cui speravamo e non solo a livello solo di risultato. Poi se hai una percentuale di realizzazione di uomo in più dell’otto per cento di 1 su 13 capisci il perché, dopo un avvio da dimenticare, non recuperi due reti con ancora 5 minuti e 40 secondi da giocare e tante chance sprecate. Ora si deve essere consapevoli solo degli errori commessi e lavorare a testa bassa per limitarli al massimo scendendo in acqua con la giusta grinta e mentalità vincente”.

Condividi su:

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.