CAMPIONATO UNDER 16 NAZIONALE: L’ANTARES LATINA VINCE ANCHE IL DERBY DI RITORNO E ACCEDE MATEMATICAMENTE ALLE FINALI NAZIONALI

ANTARES NUOTO LATINA – CENTRO NUOTO LATINA 9 – 6 (2-1; 4-2; 3-3; 0-0)

ANTARES NUOTO LATINA: Bernardini, Chemello Lo 4, Albanesi M, De Vito, Viccione 3, Vaccarella 1, Albanesi V, Di Falco; Ferone 1, Fedeli, Romano, Scarpato P, Cantiani, Paonessa, Scarpato P.L. Tpv: Mauro Gubitosa.

CN LT: Chillemi, -, Micci 1, Liuzzi 1, Di Vito 1, -, Mirabello 2, Biondi, Manfredi, Notarantonio 1, Addonisio, Muzzolon. Tpv: Giorgio De Bonis.

Superiorità: Antares 3/13 + Rig 0/1, sbagliato da Viccione; CN Latina1/8, Rig. 2/3, segnati da Di Vito e Mirabello, fallito da Notarantonio (CN), parato da Bernardini (A).

Note: Micci (CN) e Vaccarella (A) espulsi in simultanea per 22.13 a 2.30 del IV tempo.

Arb. Volpini.

Grande vittoria nel Derby stracittadino della Under 16 Nazionale cara al Presidente dell’Antares Bruno Davoli che si e’ imposta per 9 a 6, con merito e l’autorevolezza della capolista, sul Centro Nuoto. Si è giocato allo stadio del Nuoto della Anzio Waterpolis per le sempre note vicende sulle Piscine Comunali di Latina che impediscono da mesi ormai all’Antares di allenarsi nell’impianto della propria città e in questa occasione anche di disputare la partita in casa. Era l’Antares a chiudere in avanti 2 a 1 il primo tempo con le reti di Alessandro Viccione e Lorenzo Chemello, separate dal momentaneo pari di Micci per gli ospiti. Gli atleti di coach Mauro Gubitosa cambiavano passo e mettevano l’ipoteca sulla vittoria nella seconda frazione con un parziale a favore di 4 a 2 che li portava al cambio di campo a metà gara in vantaggio 6 a 3. Il tutto grazie alla tripletta di uno scatenato Chemello e ancora Viccione, per un massimo vantaggio di 4 lunghezze dei rossoblù, mentre Liuzzi e Di Vito su rigore tenevano a galla il team di De Bonis. Più equilibrio nel terzo periodo, 3 a 3, con l’Antares subito sul + 4 con Viccione e il C.N. a ridurre lo svantaggio a -2 per due volte. Prima il 7 a 5 grazie alla doppietta di Mirabello poi, dopo l’ 8 a 5 in superiorità di Stefano Magic Ferone, con il gol dell’8 a 6 di Notarantonio. Era però Francesco Vaccarella, in splendido contropiede coast to coast, a riportare l’Antares sul + 3, per il 9 a 6. L’ultimo quarto palesava la stanchezza delle due squadre tanto da maturare uno 0 a 0 con un rigore fallito per parte, pali, interni ed errori tecnici elementari. Da segnalare la doppia prodezza nel finale del portiere rossoblù Michelangelo Bernardini che neutralizzava i tentativi di Notarantonio, prima parandogli il penalty e poi un uno contro zero. Al fischio finale applausi da tutti per tutti e tripudio e gioia per l’Antares da parte dei propri genitori e supporter con tanti atleti della Serie C e delle giovanili a omaggiare i propri ragazzi per la vittoria nel Derby e l’aritmetica qualificazione agli spareggi dei play off Nazionali.

COMMENTO PRESIDENTE BRUNO DAVOLI

“Vittoria bellissima nello splendido impianto di Anzio, della cui ospitalità ringrazio il Presidente Damiani. E’ stato un ein Plein per noi con il successo anche nel Derby di ritorno e con otto punti di vantaggio la matematica certezza dei play off per gli spareggi che portano alle finali nazionali. Tutto ciò certifica la bontà del lavoro e del percorso intrapreso tre anni fa’ dalla società insieme a coach Gubitosa con un gruppo che in passato non era stato valorizzato. Il tutto in una splendida giornata di sport e passione con un grande pubblico da ambo le parti a sostenere gli atleti che da par loro, con corretta vis agonistica, hanno onorato l’incontro”.

DICHIARAZIONE TECNICO MAURO GUBITOSA

“La vittoria anche in questo secondo derby testimonia la nostra superiorità tecnica con un’impronta di gioco corale che non a caso ci ha permesso di arrivare primi nel girone. Arbitraggio buono anche se non ho capito perche’ un nostro rigore per palla sotto si e’ trasformato in due metri e la doppia espulsione che si poteva gestire con una simultanea. Non ha ben funzionato il tavolo della giuria, con tre nostre azioni di cambio palla che invece di ripartire dai 30” sono ricominciate dai 20 secondi e una paletta bianca alzata ma nascosta dietro alla paletta nera che di fatto ha ritardato sulla doppia espulsione il rientro del nostro atleta e ci ha fatto prendere gol. Siamo stati tutti bravi perché l’obbiettivo e stato raggiunto anche con gli Under 18 di coach Giacomo Falso pur non avendo la fortuna di altre società di poterci allenare in un impianto regolarmentare e sotto casa essendo costretti a spostarci tutti i giorni in un’altra piscina fuori dal Comune di Latina. Soddisfazione pertanto doppia e che da ancora più valore alle nostre imprese considerando che l’accesso ai play off era ad appannaggio solo per le prime del girone “.

Condividi su:

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.