CAMPIONATO UNDER 16 NAZIONALE: ARRIVA IL PRIMO STOP STAGIONALE PER LA CAPOLISTA ANTARES

FROSINONE PALLANUOTO – ANTARES NUOTO LATINA 13 – 11 (3-4; 2-5; 4-1; 4-1)

FROSINONE PALLANUOTO: Garavelli; Cecconi; Cristofanilli; Caciolo; Vallecorsa 1; Iannoni 1; Nicolia 6; Grimaldi; Altobelli 3; Bravo 2; Maura; Di Pofi; Riggi. Tpv: Federico Ceccarelli.

ANTARES NUOTO LATINA: Cantiani; Chemello 2; Albanesi M; De Vito; Viccione 2; Vaccarella 1; Albanesi V; Di Falco 3; Ferone 1; Fedeli 2; Romano; Scarpato P.L.; Scarpato P.G.; Paonessa; Pernarella. Tpv: Mauro Gubitosa.

Superiorità: FROSINONE PALLANUOTO 2/6 + Rig. 7/7 realizzati da Nicolia (4), da Altobelli (2) e da Bravo (1); ANTARES NUOTO LATINA 2/4 + Rig. 3/3 realizzati da Fedeli (2) e da Chemello (1).

Arb: Mastroddi D.

Stop per la Under 16 Nazionale dell’Antares, superata 13 a 11 nell’ultima giornata di andata da un buon Frosinone. Nonostante la defezione proprio alla vigilia del portiere titolare Michelangelo Bernardini, ben sostituito da Giacomo Cantiani, l’Antares deve recitare il mea culpa perché la partita si era messa bene ed i pontini conducevano 9 a 5 a metà gara. Poi la grande reazione dei ciociari unitamente alle uscite anzitempo dalla vasca di Francesco Vaccarella e Leonardo Chemello contribuivano a cambiare l’inerzia della partita con i padroni di casa bravi alla fine a vincere.

COMMENTO TECNICO MAURO GUBITOSA

“Abbiamo pensato di avere in pugno l’incontro e dal terzo tempo, complice le defezioni annunciate e in itinere, ci siamo rilassati permettendo agli avversari che son stati bravi a non mollare di rientrare nel match. Noi invece ne siamo usciti e abbiamo forzato tante soluzioni di gioco. Non si vogliono accampare alibi, anzi mi prendo le mie responsabilità, ma il dato oggettivo di 4 rigori di differenza, 7 contro e 3 a favore, come anche il maggior numero di falli gravi fischiati contro ha inciso. Questo pero’ deve solo spronarci a diventare piu’ smaliziati per migliorare sotto tale aspetto. Restiamo capolista insieme al CN Latina ma non dobbiamo mollare e rimboccarci le maniche per un girone di ritorno al top”.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Condividi su:

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.